Cartelle, avvisi e contestazioni: pronti a partire oltre 50 milioni di atti sospesi

La sospensione delle cartelle esattoriali non rientra tra le mille proroghe del decreto di fine anno. Il Governo e i comuni procederanno a coltivare iniziative tese alla riscossione. Nei prossimi giorni l’agenzia delle Entrate (già Equitalia) procederà a riattivare le procedure esecutive nei confronti di contribuenti ove non giungano nuove iniziative legislative di sospensione o di rottamazione, al vaglio.Sorgeranno, pertanto, problemi interpretativi in merito alle… Leggi tutto »Cartelle, avvisi e contestazioni: pronti a partire oltre 50 milioni di atti sospesi

Licenziato dopo incidente: risarcimento comprende tutte le retribuzioni future perse

Licenziato dopo incidente: risarcimento comprende tutte le retribuzioni future perseIl danno patrimoniale da lucro cessante, inteso come perdita dei redditi futuri, include tutte le retribuzioni perse, più i relativi accessori e probabili incrementi (Cass. 28071/2020) Il L. risulta avere perduto il suo impiego a tempo indeterminato in conseguenza deldanno subito a causa dell’incidente, in quanto, a causa dei relativi postumi, hasuperato il periodo di comporto… Leggi tutto »Licenziato dopo incidente: risarcimento comprende tutte le retribuzioni future perse

Lavoro – Licenziamento Trasferimento in una diversa unità produttiva

Il giudice civile di secondo grado ha dichiarato illegittimo per frode alla legge il licenziamento di un lavoratore che, già reintegrato dal giudice una prima volta nel posto di lavoro ma trasferito in una unità produttiva diversa dall’originaria per esigenze aziendali, veniva nuovamente licenziato per effetto di una riduzione del personale.

L’ex moglie perde l’assegno divorzile

L’ex moglie non ha diritto all’assegno divorzile se risulta provata la sua relazione stabile con un nuovo partner.Così è stata massimata l’ordinanza con la quale la Corte di Cassazione è tornata ad occuparsi dell’assegno divorzile e più precisamente della particolare ipotesi in l’ex coniuge che ha diritto di percepirlo abbia intrapreso una nuova convivenza more uxorio con altra persona (dando vita alla c.d. famiglia di… Leggi tutto »L’ex moglie perde l’assegno divorzile

Scontro tra sciatori: corresponsabilità dei due atleti

In caso di scontro tra sciatori, la legge stabilisce una norma molto simile a quella prevista in tema di incidenti stradali.In particolare, dispone che: «Nel caso di scontro tra sciatori, si presume, fino a prova contraria, che ciascuno di essi abbia concorso ugualmente a produrre gli eventuali danni».In caso di scontro tra sciatori, infatti, l’articolo 19 della legge 363/2003, al pari di quanto previsto dall’articolo… Leggi tutto »Scontro tra sciatori: corresponsabilità dei due atleti

Cure mediche all’estero: no al turismo sanitario, se non a determinate condizioni

Invero, il requisito della possibilità di ricorrere a centri sanitari posti sul territorio italiano è spe- cificamente previsto dalla L. n. 595 del 1985, art. 3, comma 5, mentre ai fini del rimborso delle spese sanitarie affrontate all’estero deve ritenersi conforme alle previsioni legislative che regolano il Servizio Sanitario Nazionale, disposizione che realizzano un ragionevole bilanciamento tra diritti costituzionalmente protetti, ossia il diritto alla salute,… Leggi tutto »Cure mediche all’estero: no al turismo sanitario, se non a determinate condizioni

LA CASA È IL BENE PRIMARIO DEI CONTRIBUENTI

Nulla l’ipoteca sull’immobile in assenza di una rigorosa procedura da parte dell’agenzia dell’entrate In ossequio all’art. 3 della Carta Costituzionale, che pone sullo stesso piano il contribuente e l’agente della riscossione, con sentenza n. 1033/2020 depositata il 30/09/2020, la 9^ sezione della CTP di Bari ha stigmatizzato l’onere della agenzia della riscossione di documentare la procedura di riscossione, dalla notifica delle cartelle di pagamento agli… Leggi tutto »LA CASA È IL BENE PRIMARIO DEI CONTRIBUENTI

Il familiare lavora a titolo gratuito

È quanto ha affermato la Corte di Cassazione, nella recente sentenza del 30 settembre 2020 n. 20904, la quale ritiene che la prestazione lavorativa del familiare è resa a titolo gratuito, salvo prova contraria in cui venga dimostrato un assoggettamento al potere direttivo.Il principio di diritto,ivi affermato, comporta pertanto delle implicazioni pratiche in tema di tutela del lavoratore e dei diritti a questi spettanti.

Licenziamento legittimo in caso di utilizzo improprio, per fini personali, del telepass aziendale

Con sentenza n. 10540 del 3 giugno 2020, la Corte di Cassazione ha confermato la legittimità del licenziamento irrogato al lavoratore per aver utilizzato impropriamente, per motivi personali, il telepass aziendale.La condotta del dipendente “infedele”, a dire della Corte, ha portato alla definitiva compromissione del vincolo fiduciario con il datore di lavoro e si è rivelata determinante all’interruzione della prosecuzione del rapporto lavorativo.